Baronissi, Siniscalco chiede all’Amministrazione ulteriori inteventi di sostegno alle famiglie

In qualità di coordinatore cittadino della Lega, sezione Baronissi, Antonio Siniscalco ha protocollato una lettera al Sindaco per chiedere ulteriori interventi a favore della cittadinanza per fronteggiare la crisi economica

Tra le richieste che Antonio Siniscalco, in qualità di coordinatore cittadino della Lega, aveva fatto all’Amministrazione Valiante vi era la sospensione dei tributi per l’intero anno e la destinazione di parte del bilancio mobile (200.000/300.000 € ) ad un capitolo dedicato all’emergenza per fronteggiare le necessità economiche causate dalla pandemia.

 

La lettera inviata al Sindaco:

Egregio Sindaco,

con rammarico apprendo che dalla lettera scrittaLe 15 giorni or sono, le azioni intraprese non sono state poi tanto forti!
Tra le richieste, chiedevo- oltre ad evitare sterili polemiche con l’opposizione- la sospensione dei tributi (che tuttavia è stata solo semestrale e non per l’intero anno) e la destinazione di parte del bilancio mobile (200.000/300.000 € ) ad un capitolo dedicato all’emergenza per fronteggiare le necessità economiche causate dalla pandemia.
L’ultimo consiglio ha ritenuto di dover approvare il bilancio senza alcuna modifica, con la magra consolazione che tutti i consiglieri si impegnavano a riunirsi nei giorni a seguire per valutare le misure da adottare.

Purtroppo oggi il tempo è nostro nemico!

I pochi soldi arrivati dal D.P.C.M.  sono già stati distribuiti ai nuclei familiari più in difficoltà, tuttavia le famiglie bisognose di aiuto sono molte e non sono le sole a necessitare di interventi.
Il commercio è collassato. Commercianti, artigiani, lavoratori stagionali, associazioni musicali, teatrali, sportive (che con le loro prestazioni sostenevano le famiglie) ora vanno aiutati!
Molte partite IVA rischiano di non riprendere le loro attività senza un aiuto concreto al termine della quarantena.
Oggi sono comunque obbligati a pagare il fitto e le bollette delle utenze che comunque continuano ad arrivare.
Per fare ciò non è sufficiente solo la variazione di bilancio che orienti in modo differente le spese precedentemente previste (eventi, manifestazioni, contributi ad associazioni ed altro) – come già proposto – ma azioni più forti e mirate!
Al bilancio mobile devono essere aggiunte le somme derivanti dalla sospensione dei pagamenti delle quote capitali di mutui erogati all’ente e valutare l’utilizzo della quota libera dell’avanzo di amministrazione.
Si può e si deve superare il milione di Euro per porre in essere tutte quelle azioni necessarie per far ripartire il tessuto economico della nostra città.
La ringrazio per la fattiva collaborazione con l’associazione “ContrariaMente”, da me presieduta, che, insieme ad altre due associazione territoriali, si prodiga ogni giorno per sostenere l’immane e ottimo lavoro svolto dal nucleo di protezione civile comunale e dai volontari del Punto.
In questo momento cosi difficile siamo riusciti a superare vecchie ruggini e fare sintesi sui vari progetti di volontariato. Sarebbe opportuno adottare la stessa linea anche per la questione amministrativa, accogliendo le  variazioni di bilancio proposte.
Vorrei poter mettere al servizio della città la mia decennale esperienza comunale, i miei studi e soprattutto le proposte del partito della Lega -che rappresento a livello cittadino-i cui organi provinciali  sono costantemente a lavoro, insieme ai circoli locali, per aiutare Le amministrazioni locali a far fronte all’emergenza in essere.

Abbiamo un obiettivo comune, far rialzare la nostra Baronissi!
Sicuro di un confronto in tempi strettissimi porgo distinti saluti.

Antonio Siniscalco.