NOTTE IN FRAC

NOTTE IN FRAC...MEDIATECA DA VIVERE

Il fascino della “Galleria dei Frati”, con le sue sculture e creazioni artistiche che costituiscono il patrimonio del Fondo Regionale d’Arte Contemporanea di Baronissi. La suggestione della modernità e della tecnologia legate al profumo antico dei libri della Biblio-Mediateca. E ancora: un percorso eno-gastronomico costruito ad hoc per scandire i momenti di un evento, alla sua prima apparizione, in scena giovedì 30 settembre dalle 21.30: la Notte in Frac. La manifestazione, organizzata dal consigliere delegato alla Mediateca Tony Siniscalco, è patrocinata dalla Città di Baronissi e dalla Provincia di Salerno, dai comuni di Mercato San Severino, Pellezzano e Castel San Giorgio. Hanno aderito anche diverse sigle studentesche del campus di Fisciano: Economia e Movimento presieduta da Nicola Prudente, Asp, Futura, Giovani e Indipendenti, Gioventù Libera. «E’ una serata dal gusto estremamente particolare che mette in luce e valorizza le potenzialità di una struttura dalle molteplici funzioni – afferma il consigliere delegato Tony Siniscalco – a partire dall’enorme patrimonio artistico del Fondo Regionale d’Arte Contemporanea (da qui il gioco con il titolo dell’evento) sino ad arrivare a quello spazio condiviso capace di unire tradizionale e moderno qual è la Biblio-Mediateca comunale. Un evento reso possibile grazie al sostegno del sindaco Giovanni Moscatiello e del consigliere Gennaro Esposito, pensato e costruito per far conoscere ai giovani ed agli studenti universitari le diverse aree di questo luogo. E proprio per creare l’atmosfera giusta ci sarà la possibilità di fare un vero e proprio percorso del’arte, del gusto e della musica con l’esibizione degli “Alkjmia”: un gruppo di Baronissi dalle sonorità particolari e fuori dai tradizionali schemi. Infine – conclude Siniscalco – gli studenti avranno modo di visitare l’area della Mediateca con tutti i suoi servizi. Qui convivono il profumo antico dei libri e la multimedialità delle nuove dinamiche di comunicazione e divulgazione con le sue postazioni per l’accesso ad internet. L’evoluzione naturale della conoscenza cartacea che si integra perfettamente con l’e-book, aule studio modellate su una rete tecnologica ed innovativa. La Mediateca dà la possibilità agli utenti di accedere alle informazioni in modo più veloce e qualificato, favorendo la loro piena integrazione con le nuove tecnologie e le opportunità che esse offrono, avvicinando soprattutto i giovani alle nuove forme di comunicazione e di lavoro. Tra le novità che saranno introdotte, l’aumento degli orari di apertura della mediateca (dalle 8.30 alle 19) e l’abolizione delle tariffe relative alla connessione ad internet: questo per creare un ponte fra l’amministrazione e gli studenti universitari da troppo tempo ignorato. L’università insiste sul nostro territorio e questo è il primo passo per avvicinare gli studenti alla nostra comunità. Da sottolineare il grande coordinamento della macchina amministrativa per l’organizzazione dell’evento, sintesi del raccordo tra il Suap, l’ufficio Cultura, l’ufficio di Comunicazione».