APRE LO SPORTELLO S.I.O

S.I.O.: nuovo sportello al comune di Baronissi per aiutare chi è in cerca di lavoro


Una nuova struttura operativa sul territorio la cui finalità è quella di favorire l’incontro tra domanda e offerta di lavoro. Il tutto avviando processi informativi associati ad iniziative rivolte a sensibilizzare i giovani in cerca di lavoro rispetto all’individuazione di prospettive occupazionali esistenti o da ideare, programmare o sviluppare.
E’ un progetto che ha trovato subito l’imminente collaborazione dell’assessorato provinciale alle politiche del lavori il nostro intento è di riuscire a creare le giuste sinergie tra varie realtà quali il centro per l’impiego e il mondo imprenditoriale.
C’è stato un immediato interesse dei livelli provinciali per favorire l’iniziativa. Il problema è profondamente sentito ed è stato subito raccolto.
L’idea principale è quella di realizzare una banca dati nella quale vengono esposti tutti i singoli offerenti delle risorse umane. Lo sportello comunale si relazionerà con tutte le sue possibilità per favorire una conoscenza reciproca sia di lavoratore che di datore di lavoro in modo da favorire sia a livello di stage che in tutte le formule eventualmente richieste l’eventuale inserimento in azienda. Naturalmente è un’esperienza riferita al Comune di Baronissi che prevede una sinergia con l’Università e il centro per l’impiego, ma nulla toglie che realtà di territori limitrofi possano unirsi al progetto e favorire uno scambio d’informazioni nelle banche dati.
Dobbiamo far capire alle persone che sono alla ricerca di un’occupazione che il mondo del lavoro è un mondo totalmente diverso da quello dei banchi universitari o delle scuole. Riuscire a far comprendere queste realtà non significa creare solo una variante lavoro=dipendente, ma far conoscere a giovani e meno giovani quelle che sono le opportunità e le agevolazioni, fornendo così una serie d’informazioni che non sempre sono d’immediato accesso.
Il nostro studio si concentrerà su quelli che sono i bisogni delle aziende .
Nel mese di Aprile infatti, c’è stato un accordo sia con le Università che con i centri di formazione e affiancamento per i giovani. Un accordo sia per quanto riguarda i finanziamenti, sia a livello di supporto informativo, cercando nel momento lo sportello diverrà operativo, di non sostituirci in alcun modo a realtà che già svolgono questi ruoli.

Tony Siniscalco
Consigliere delegato politiche occupazionali.